Lo strano esperimento del Dr. Franz Senofronte

 

La simbiosi tra Aerosol e Uomo genera salti inter-specie alienanti con modulazioni sonore molto simili alle vibrazioni emesse dagli strumenti aborigeni. La tecnica usata si avvicina molto al metodo classico di respirazione circolare, permettendo al flusso continuo dell’aria compressa di riempire casse armoniche organiche, insospettabili per un essere umano… e questo lo sa il Dr. Franz Senofronte, che da anni esplora i corpi cavernosi più profondi… pieni di pipistrelli.

Durante l’ultimo strano esperimento del Dottore, uno calo ormonale e una impennata dei volumi biliosi improvvisi, provocano una reazione cutanea incontrollata. Tra le istamine sballate sbocciano ponfi, dai quali, alcune creature misteriose cercano una via di fuga attraverso il raccordo anulare, e con la complicità di una tremenda notte ventosa, trovano la via per fuggire dal laboratorio. Spegnere l’interruttore è troppo tardi, ormai si sono diffusi nell’intera rete… elettrica!

I Virus prendono il sopravvento sull’uomo e resolo cavia da esperimento, effettuano su di lui i peggior test comportamentali.

Tra le pieghe del portafoglio in pelle umana hanno rinvenuto abbondante povertà di spirito. Tra le viscere aperte, una zaffata d’olezzo annuncia l’arrivo della veemente madre Ignoranza, essa sospinge la culla del figlio verso il tripudio della bambagia, e sopraffatta da se stessa, non sa di offrire alla creatura Paura la mente di un figlio incline alla vita agiata. Questo figlio di nome Medio Human, mai abituato ai pericoli della natura, si ritrova all’improvviso a correre strascicando le sue molli membra, e corre… corre… corre sfiancato verso la casa di paglia per sentirsi al sicuro dal soffio invisibile di un lupo concreto.

Medio Human, costretto a non fare diversamente prende le distanze da tutti; s’imbavaglia con la museruola lasciando fuori il naso; rannicchia la sua povera mente nei social e… continua… continua… continua a perseverare con la sua inutile polemica di sempre. E non sa che questo, il lupo vuole. Non sa che è il lupo travestito da pastorello a gridare «Al lupo! Al lupo! Correte tutti verso la casa di cemento!».

Quel povero figlio di sua madre non sa di essersi rinchiuso nella tana del lupo. L’unica cosa che può fare è gridare «Andrà tutto bene!»

Il dottor Franz Senofronte, osserva soddisfatto il suo esperimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.