ALAN SPICY Frammenti EP

Gli Alan Spicy sono un power trio formatosi a Poggio Bustone in provincia di Rieti. La loro line-up estremamente essenziale è composta da Rocco Moscatiello (voce, batteria in piedi, chitarra). Michele Santori (chitarra, voce) e Daniele Stazi (basso). Ognuno di loro proviene da esperienze diverse alcune anche abbastanza importanti. Il loto primo lavoro è un EP di 6 pezzi, intitolato Frammenti e uscito il 23 luglio 2018 su tutti gli store digitali per la Marina Stella Label (a settembre uscirà la versione fisica per la Beng ! Dischi).

Il loro stile essenzialmente è capace di riassumere garage, punk, rock’n’roll melodico e hard folk in un formato capace di trasmettere energia brada, senso immediato della melodia e un pizzico di alienazione. La loro prospettiva tiene dunque conto sia della sostanza tradizionale di questi generi sia dell’orecchiabilità del brano quantunque coniugata in brani incalzanti e spesso spigolosi. Queste istanze trovano puntualmente conferma nella voce di Moscatiello nevrotica e adrenalinica e soprattutto nella chitarra abrasiva di Santori che marchia a fuoco il boogie arroventato e ruvido di Plastica, il power rock enfatico di 93 e quello a passo di pow wow di Avvolte (nobilitato da un assolo supersonico finale).

Appartengono ad uno stile più attillato di power pop il cantautorato elettrico con sovratoni di melodramma di Franco (dedicato a un loro amico scomparso) e l’eccentrico mix fra dark punk e toni elegiaci di Caronte che risulta così il brano più interessante del disco perché capace di tenere insieme due contrastanti suggestioni, rinunciando peraltro alla forza d’urto del rock’n’roll secondo una prospettiva post-moderna. La miniatura finale di SuperAlan (meno di due minuti) un punk che tiene insieme Pixies e 883 aggiunge un tocco di arte intellettuale all’operazione. Questa prima
prova in studio presenta dunque un gruppo capace di passare rapidamente dal facile al complesso (e senza perdersi in inutili svolazzi) con un sound che equilibra al meglio il fremito adolescente del punk con l’anelito proletario della giovinezza matura e rilasciando dunque una breve ed epica saga dell’adolescenza nella provincia italiana . L’album è stato registrato, mixato e masterizzato da Alessandro Maceroni presso lo SlamStudio di Rieti.

di Alfredo Cristallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *