AA.VV. Beng Your Christmas !

 

“Inizialmente avevamo pensato di festeggiare il nostro primo anno con un semplice video di auguri su facebook, poi invece alla parola “Natale” ci è venuto naturale associare la parola “Regalo” e cosa c’è di più bello che regalare musica?” Con queste parole la Beng Dischi annuncia l’uscita della compilation Beng Your Christmas ! in occasione delle feste natalizie. La Beng Dischi è una casa discografica nata da meno di due anni (dal 2016 per l’esattezza) che è stata molto attiva in questi due anni nella ricerca e nella promozione di talenti emergenti (specialmente toscani) che altrimenti sarebbero rimasti sconosciuti; e tutto questo in un momento in cui si evidenzia sempre
più marcatamente la crisi totale sia del mercato, sia del concetto stesso di etichetta discografico.

Alla guida di questo progetto vi sono Nicola Barghi (di cui circa due anni fa recensimmo l’album Elettroshock) e Giuseppe Fiori bassista e polistrumentista dei Rezophonic ma attivo ultimamente anche come solista con un LP Spazi Di Vita Scomoda uscito nel 2017. La compilation riunisce artisti attivi con la Beng e sia Fiori che Barghi vi partecipano con un loro brano: Fiori con Toys un brano natalizio e nostalgico ammantato di elettronica siderea alla Tangerine Dream, Barghi con il pop
rallentato e riflessivo di Don’T Take It Bad (tutti e due i brani provengono dalle loro ultime fatiche discografiche). Inoltre i due reinterpretano con genialità sbarazzina Wonderful Christmas Time (c’è anche un videoclip d’accompagnamento) un brano di Paul McCartney pubblicato alla fine del 1979 e divenuto un classico natalizio noto soprattutto per il gran numero di cover apparse negli ultimi 20 anni. Gli altri brani presentano attraverso gli altri artisti dell’etichetta, lo spettro degli stili diversi che rappresentano la forza di quest’etichetta certo attualmente orientata verso il pop e il
power pop ma che presenta anche interessanti variazioni sul tema. Abbiamo quindi la melodia tremolante a un passo dallo shoegaze più raffinato di La Pioggia E Il Resto degli Acustica, il power punk dinamitardo di Escape delle All Broken 29 (con la fantastica voce soul di Zoe Ciulli), il vorticoso power rock alla Husker Du di Tasche dei Bufera, il delizioso garage di Miss Jacqueline Foster dei Five O Five dal fantastico sapore vintage, la ballata autunnale di Limbo dei Menestrelli Di Banafratta un riuscitissimo connubio fra folk anni ’70 e blues anni ’60.

A discostarsi dal tono generale vi sono New Way un rap classico dei Wdu, e soprattutto la trance ambientale e avantgarde (a mezza strada fra Terry Riley e Klaus Schulze)di Germination di Hiroko Komiya e Atsushi Takenouchi, la prima polistrumentista e il secondo ballerino butoh che hanno portato la loro arte originale e il loro primo album (una ricerca su sé stessi attraverso la sperimentazione musicale). Oltre che come strenna natalizia, questo album è stato pensato come vetrina per gli artisti della Beng (la maggior parte dei brani proviene dai loro album), come un best of dell’anno appena trascorso e credo che così debba essere apprezzato e accettato. Come hanno detto Barghi
e Fiori nella presentazione, La musica ha un potere al quale nessuno può resistere: Creare Emozioni. Il disco è stato messo in free download sul portale di PisaInformaFlash.it che ha dato la sua collaborazione all’iniziativa.

di Alfredo  Cristallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *