EUROPA SEGRETA (PART 1)

Il titolo può trarre in inganno, sembra parli di uccelli migratori come le rondini, ma Hans Magnus Enzensberger con [LA GRANDE MIGRAZIONE] (ed. Giulio Einaudi, Torino, 1993, pp. 61), invita tutti a riflettere sulle problematiche delle migrazioni moderne, non dovute mai a cause naturali/sociali come quelle del passato. Ma per comprendere appieno le differenze del passato e del presente prossimo futuro, bisogna iniziare a cercare dalla nostra cultura “europea”, fino a dissotterrare le radici che affondano nel lontano passato. Casualmente mi sono ritrovato tra le mani, un altro libretto di facile comprensione: Le Grandi Migrazioni Umane, di Antonio Ivan Pini (ed. La Nuova Italia, Firenze, 1969, pp. 87). Nonostante i registri di linguaggio siano diversi e le distanze editoriali evidenti, i due autori sembrano dialogare tra loro, ma se avessi letto i due brevi testi nelle rispettive date di pubblicazione e soprattutto non oggi, non avrei colto quei dettagli che s’intrecciano, come se il presente prospettato da H. Magnus, fosse in qualche modo legato agli barbari, descritti da A. Ivan.

DSCN2239

[PART 2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.