8+1: un progetto espositivo in due parti negli spazi LATO e BBS a Prato

Otto artisti in dialogo e una presenza.
Un progetto espositivo in due parti, a Prato negli spazi LATO e BBS, come inizio possibile per un sistema di relazioni culturali in città.

1384899654b

dal 22 novembre | a cura di matteo innocenti | lato e bbs | prato
8+1
8+1 è un dialogo, poiché tale la struttura che sorregge l’evento nei suoi due momenti espositivi, avviato da una serie di incontri che si potrebbero definire fortuiti, e poi istintivamente indirizzato a una riflessione sulla natura e sulla potenza dell’arte. Il termine di confronto è lo stato critico della cultura del pensiero nel nostro presente, omologata e umiliata dall’insistito tentativo di tacerne le note più profonde – solitamente quelle che nell’immediato non generano profitto o apparente utilità.  Nella serie pressoché infinita di conseguenze che ciò comporta certo vi è anche la difficoltà di molte città, tra cui Prato rappresenta un caso centrale, a superare il disorientamento e a reagire.

no_foto_cultura1

Insieme a T-yong Chung, Serena Fineschi, Marco Andrea Magni, Virginia Zanetti, Emanuele Becheri, David Casini, Giovanni Kronenberg, Enrico Vezzi – i protagonisti del progetto – e grazie alla disponibilità di LATO e BBS (ex galleria Gentili), abbiamo provato ad usare parole come incontro, casualità, dedizione, indeterminatezza, creatività, mancanza, immaterialità, recupero, inizio; senza mirare ad altro obiettivo se non a rendere l’evidenza di una trasformazione positiva sempre possibile – in cui l’arte e le opere, a dispetto del parere comune, hanno un ruolo essenziale e necessario.

8+1 invece che formalizzarsi nella proposta di risultati finiti dà testimonianza della processualità innescata dall’ inizio e che tuttora continua.
Il modo stesso di collaborazione che abbiamo adottato è attinente: 4 artisti hanno scelto direttamente, per ragioni di affinità, altri 4 a venire, instaurando un confronto reciproco. Quanto è visibile è la traccia degli scambi intercorsi, dei tentativi sperimentati insieme, della volontà sottesa pur nella differenza delle inclinazioni individuali: le prime quattro opere sono l’impulso, già condiviso, per le quattro opere che seguiranno, e tutte, secondo le modalità che assumerà il dialogo, potranno ri/modificarsi nel tempo totale del progetto.
Alternativa possibile alla compiutezza delle cose che è anche apertura alla causalità della vita, poiché ci interessa la questione nel suo fondamento: se concediamo all’arte quanto le spetta, cioè di essere una parte fondamentale e imprescindibile della realtà umana, possiamo ancora attribuirle il potere di cambiamenti profondi.

Tutti questi aspetti sono compresi simbolicamente nell’1, presenza (e assenza insieme), richiamato dal titolo.

LATO e BBS, spazi che uniscono attività professionale ed espositiva, con la scelta di instaurare una relazione danno esempio concreto e spontaneo di unione delle forze. Un invito a creare una rete di collaborazioni tra le varie dimensioni territoriali, indipendenti, legate in vario modo alla cultura, per un’evoluzione comune.

______________________________________________

T-yong Chung, Serena Fineschi, Marco Andrea Magni, Virginia Zanetti
inaugurazione venerdì 22 novembre ore 19 / fino al 6 gennaio

Emanuele Becheri, David Casini, Giovanni Kronenberg, Enrico Vezzi
inaugurazione mercoledì 22 gennaio ore 19 / fino  al 6 marzo

a cura di Matteo Innocenti

LATO, piazza San Marco 13, Prato
BBS, via del Carmine 11, Prato

Info: info@lato.co.it 

orari mostra: dal lunedì al venerdì 10.00 – 13.00 / 15.30 – 19.30
ingresso gratuito

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *