ONE TORINO

One Torino, Palazzo Cavour, Turin, Repertory,  (2)

ONE TORINO è uno straordinario progetto espositivo curato da sette affermati curatori nei principali musei e istituzioni di arte contemporanea cittadini.

ONE TORINO è la prima edizione di un’iniziativa annuale, ideata e prodotta da Artissima in collaborazione con i musei e le fondazioni della città, che intende porre Torino al centro di un dialogo culturale importante, rafforzando la sua posizione di capitale dell’arte contemporanea sperimentale e dinamica, e promuovendo la sua identità contemporanea e storica.

ONE TORINO presenta cinque mostre collettive connesse ma indipendenti al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, e Palazzo Cavour – una prestigiosa sede storica nel centro della città.
ONE TORINO è un
evento nuovo, attrattivo e di altissimo livello internazionale, che inaugurerà in occasione di Artissima 2013 e che richiamerà un pubblico nazionale ed internazionale dal 7 novembre 2013 al 12 gennaio 2014. Attraverso le visioni e i punti di vista dei curatori invitati e le loro mostre, porterà a Torino nuova energia, linguaggi originali e innovativi, lavori sorprendenti e stimolanti di più di 50 artisti da tutto il mondo.

Nel corso di Artissima, la città vive un clima di particolare fermento offrendo un intenso programma di mostre, eventi e progetti di grande richiamo. Torino è l’unica città in Italia con due prestigiosi musei di arte contemporanea, le più attive gallerie e fondazioni, oltre ad organizzazioni impegnate nella promozione della cultura contemporanea. La rete dell’arte si dirama nello spazio e nel tempo di Torino con altri eventi paralleli.

La notte non stop dell’arte contemporanea di sabato 9 novembre ha visto aperture speciali delle gallerie fino alle 23/24 in tutto il centro, paralleli alle ormai famose luci d’artista e i tram storici adibiti a ristoranti e bar.

PIX: paratissima ha invece un programma di incontri, workshop, lezioni, performance e sfilate: Paraphoto, Paraschool, Paradesign, Paravideo, Parafashion: concerti rock, pop e dj set animano il bar e la sound gallery dell’ex M.O.I.

Una piccola fiera ma molto precisa, in un evento assai sofisticato capace di attrarre molte energie miste, a partire da quelle dei giovani curatori coinvolti in One Torino, una sorta di triennale rivisitata e prodotta con un budget talmente basso in confronto alla qualità del prodotto che ha dell’incredibile. La qualità abbonda e si moltiplica. Torino si trova così da uno stato di crisi in una condizione prolifica e quasi entusiasmante transizione trainata da questa che in parte è una fiera… che compie 20 anni ma che affascina sempre più i giovani: non potendosi permettere i grandi fasti americani ed esterofili, Artissima ha riportato l’attenzione…sull’arte. Anche se il “mercato” di questa fiera da la possibilità di acquisti anche ai meno spendaccioni, quindi, anche i giovani collezionisti novizi possono utilizzare somme modeste per le loro acquisizioni.Il collezionismo moderno, ormai più ossessione, con Artissima ritrova la passione.

Tra le novità del 2013, c’è stato l’importante traguardo del processo di evoluzione dei progetti curatoriali, che da sempre hanno affiancato la fiera, in dialogo e complementarietà con essa. Il progetto di Sarah Cosulich Canarutto prende le mosse dall’esperienza della scorsa edizione per dar vita a un evento straordinario, autonomo, con una forte identità e un’intrinseca capacità di sviluppo. La prima edizione di ONE TORINO, una grande rassegna annuale, ideata e prodotta da Artissima e realizzata in collaborazione con le maggiori istituzioni di arte contemporanea e sedi espositive della città: Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Palazzo Cavour.

ONE TORINO è un nuovo, ambizioso progetto espositivo, attrattivo e di altissimo livello, mirato a rafforzare la rete delle istituzioni torinesi con un evento internazionale di grande respiro che coinvolge le migliori voci contemporanee sulla scena mondiale. La rassegna si propone di sottolineare le eccellenze di Torino e consolidare ulteriormente l’immagine della città e del territorio nel contemporaneo.

Artissima 2013 presenta la prima edizione di ONE TORINO, una straordinaria iniziativa concepita come una grande rassegna annuale, ideata e prodotta da Artissima e realizzata in collaborazione con le maggiori istituzioni di arte contemporanea della città.

A partire dal successo dell’esperienza dello scorso anno con “It’s Not the End of the World” e con “LIDO”, ONE TORINO è un nuovo, ambizioso progetto espositivo, attrattivo e di altissimo livello, che consolida la dinamica di interazione tra le forze vive della città, innovando e ampliando le formule adottate.

ONE TORINO mira a rafforzare la rete delle istituzioni torinesi con un evento internazionale di grande respiro che coinvolge le migliori voci contemporanee sulla scena mondiale. L’iniziativa ambisce a sottolineare le eccellenze di Torino e a consolidare ulteriormente l’immagine della città e del territorio nel contemporaneo. Per questa prima edizione, Artissima ha invitato sette affermati curatori internazionali, provenienti da aree geografiche diverse ed eterogenee, che attraverso cinque mostre collettive, connesse ma indipendenti, hanno dato vita a un percorso espositivo unitario nei principali musei e fondazioni della città e in una prestigiosa sede storica nel centro di Torino. Il progetto coinvolge i principali protagonisti della vita culturale torinese in ambito contemporaneo: Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e investe il settecentesco Palazzo Cavour, splendido esempio di barocco piemontese, che ospita uno dei punti focali della rassegna mettendo in luce la città e la sua capacità di unire la propria identità storica a quella contemporanea.

Le mostre negli spazi istituzionali sono progettate dai curatori in stretta collaborazione con le istituzioni sia per la scelta degli spazi sia per le tematiche e gli artisti coinvolti, nel pieno rispetto dell’indipendenza progettuale dei singoli musei e fondazioni.

Attraverso le diverse visioni e interpretazioni dei curatori coinvolti nel progetto, la rassegna porta a Torino opere importanti e nuovi lavori – molti dei quali appositamente commissionati e prodotti proprio per questo evento – di oltre 50 artisti, già affermati o giovani talenti emergenti, provenienti da tutto il mondo.

ONE TORINO #1 è accompagnata dalla pubblicazione di un catalogo con testi critici dei curatori, informazioni sugli artisti e immagini delle opere in mostra.

Obiettivo della rassegna – dice Sarah Cosulich Canarutto, direttrice di Artissima – è proporre un evento di grande richiamo ponendo Torino al centro dell’attenzione internazionale. Il punto di partenza è la consapevolezza che la forza di Artissima è legata in modo indissolubile all’energia culturale della città, dei suoi musei e fondazioni, della sua identità contemporanea, del suo ruolo di “produttrice d’arte”. One Torino è un progetto concepito proprio per dare maggiore coesione alle risorse “contemporanee” presenti sul territorio ed è il risultato di un’importante collaborazione tra tutte le istituzioni coinvolte e dell’unanime e convinto sostegno di tutti gli Enti patrocinatori della manifestazione. Questa rassegna è mirata ad allargare l’impatto di Artissima a una durata che supera i quattro giorni della fiera, creando una connessione forte non solo tra le realtà cittadine ma in un’ottica di dialogo e scambio con artisti e istituzioni internazionali.

Il Vicepresidente della Compagnia di San Paolo Luca Remmert commenta: Artissima è ormai accreditata a livello internazionale come un osservatorio sulla migliore ricerca nel campo delle arti visive, un evento culturale in grado di attirare addetti ai lavori e appassionati di arte dall’Italia e dall’estero. Siamo quindi molto lieti di confermare il nostro sostegno ad Artissima e soprattutto alla significativa appendice One Torino, sostegno che rientra nei 16 milioni di euro che la Compagnia di San Paolo ha destinato dal 2000 al sistema torinese dell’arte contemporanea.

Per il Presidente della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea – CRT Fulvio Gianaria Artissima non ha solo la bellezza e la vivacità dei suoi vent’anni ma anche la forza di fornire un importante impulso al territorio attraverso le ricadute economiche delle sue iniziative culturali. Per questa ragione la Fondazione prosegue nel suo impegno a sostenere una manifestazione che è espressione dell’eccellenza del comparto arte contemporanea della città e motore di innovazione e sviluppo per il tessuto non solo culturale del territorio che la ospita.

MUSEI E FONDAZIONI

CASTELLO DI RIVOLI

MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA

MODERNA E CONTEMPORANEA

GAM – GALLERIA CIVICA D’ARTE

Renoir. Dalle Collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie, SURPRISE. Max Pellegrini, VITRINE. Gente in strada (passaggio pedonale), Ideal Standard Forms

FONDAZIONE MERZ

FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO

PALAZZO CAVOUR

PINACOTECA AGNELLI

ALTRE ISTITUZIONI ED EVENTI A TORINO E DINTORNI

LUCI D’ARTISTA

Grandi installazioni luminose nelle vie e piazze della città realizzate da famosi artisti internazionali quali Daniel Buren, Nicola De Maria, Marco Gastini, Jenny Holzer, Rebecca Horn, Joseph Kosuth, Luigi Mainolfi, Mario Merz, Mimmo Paladin, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Tobias Rehberger, Luigi Stoisa, Jan Vercruysse, Gilberto Zorio e molti altri. Un progetto in progress che si arricchisce ogni anno di nuovi interventi. Novità del 2013: le luci firmate da Vanessa Safavi nel suggestivo scenario di Piazza Bodoni e da Alfredo Jaar sulla facciata della Biblioteca Nazionale. 1° novembre 2013 – 12 gennaio 2014

ASSOCIAZIONE BARRIERA
CANTIERI OGR
CENTRO VIDEOINSIGHT®
CINEMA MASSIMO
CIRCOLO DEI LETTORI
CITTADELLARTE-FONDAZIONE PISTOLETTO
FONDAZIONE 107
FONDAZIONE FUORI!

K-HOLE
MAO – MUSEO D’ARTE ORIENTALE
MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA
PALAZZO SALUZZO PAESANA

PAV – PARCO ARTE VIVENTE
STAZIONE PORTA SUSA
SHARE FESTIVAL 2013

 

Tra le novità di questa edizione anche la collaborazione tra Artissima e Club To Club, il festival internazionale di musica elettronica che si svolge negli stessi giorni a Torino, per realizzare insieme un grande evento alle OGR Officine Grandi Riparazioni, per tutti gli ospiti della fiera e del festival all’insegna del contemporaneo nell’arte e nella musica.

Artissima afferma sempre più la propria specificità e il proprio ruolo nell’affollato panorama internazionale e si propone come appuntamento di qualità, dinamico e innovativo, non solo in virtù dell’importante selezione delle gallerie presenti, ma grazie a nuove risposte progettuali in grado di allargare il raggio di azione della fiera dall’Oval fino alla città e al suo territorio.

Direttrice Sarah Cusulich Canarutto

Sarah Cosulich Canarutto (Trieste, 1974) dal 2004 al 2008 è stata curatrice del Centro d’Arte Contemporanea di Villa Manin di Udine, realizzando oltre 20 progetti espositivi. In passato ha lavorato in ambito museale a Berlino e Londra e nel 2003 è stata assistente curatrice del direttore Francesco Bonami alla 50ª Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Ha contribuito, in qualità di direttore artistico, alla nascita della Galleria Cardi Black Box, seguendone il programma curatoriale del primo anno di attività. Dal 2010 ha vissuto e lavorato in Svizzera, seguendo alcune collezioni private in qualità di advisor. Ha scritto d’arte contemporanea su riviste specializzate e tenuto seminari di museografia e pratica curatoriale presso istituti universitari in Italia e all’estero. È l’autrice dei volumi monografici su Jeff Koons (2006) e Gabriel Orozco (2008) per la collana Supercontemporanea (Electa Mondadori). Nel febbraio 2012 è stata nominata direttrice di Artissima a Torino, dove si è trasferita.

Fondazione Torino Musei: La Fondazione Torino Musei nasce ufficialmente il 26 luglio 2002. Nel 2004 la Fondazione è stata chiamata a gestire Artissima, su mandato dalla Città di Torino, della Regione Piemonte e della Provincia di Torino proprietari del marchio. Dal 2008 la Fondazione è l’ente socio unico di Artissima srl. Le strutture museali che fanno parte della Fondazione Torino Musei sono la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama – Museo Civico di Arte Antica, il MAO Museo d’Arte Orientale e il Borgo e la Rocca Medievale. Oltre alla Città di Torino, che resta proprietaria dei musei, sono rappresentate nella Fondazione anche la Regione Piemonte, la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT – istituzioni che sono chiamate a collaborare concretamente nelle scelte, nelle decisioni e nelle strategie di sviluppo dell’ente. Fin dall’avvio, i musei della Fondazione sono stati interessati da fondamentali interventi di riordino degli spazi espositivi, da importanti azioni finalizzate a tutelare e a implementare le collezioni, da considerevoli operazioni promozionali per aumentare l’affluenza di visitatori e dalla progressiva realizzazione di migliori ed efficienti servizi rivolti al pubblico. Esempio sono i lavori che hanno riportato alla riapertura di Palazzo Madama e del Museo d’Arte Antica; le opere di ristrutturazione e di allestimento del Museo d’Arte Orientale; il recupero degli edifici del Borgo Medievale e le trasformazioni funzionali della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea. Intenso da sempre è il programma espositivo curato e realizzato sia nelle sale dei musei sia presso sedi esterne, spesso in collaborazione con altre istituzioni culturali italiane e straniere. Il Presidente della Fondazione Torino Musei è Patrizia Asproni.

Melania Barberis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.